Limitare gli sprechi termici

limitare-gli-sprechi-termici

Limitare gli sprechi termici è più che un accorgimento importante: è un’abitudine che dovremmo fare nostra e una necessità per il pianeta.

I ragazzi delle Scuole Steiner Waldorf ci danno due suggerimenti, due dei 50 piccoli gesti quotidiani, che possono contribuire a migliorare il mondo.

 

 

#40 Tenere il riscaldamento sotto i 20 gradi

Durante i freddi mesi invernali mi è capitato di andare a casa di amici e parenti e dovermi togliere il maglione perché faceva troppo caldo… ma in inverno che senso ha stare in maniche corte dentro casa? Se in appartamento ci sono più di 20°C è normale che i bambini, quando corrono e saltano, inizino a sudare e a spogliarsi!

Bisognerebbe quindi regolare il termostato intorno ai 19°C di giorno, per poi abbassare la temperatura di uno o due gradi durante la notte; sotto le coperte si dorme meglio con una temperatura leggermente più bassa! Dal punto di vista dei consumi esistono due orientamenti per ridurre al minimo i consumi del riscaldamento: si può regolare il termostato su temperature più basse quando si è in giro e su temperature più alte quando si è a casa, oppure tenere il riscaldamento di casa sempre acceso, ma al minimo, in modo da favorire un maggiore rendimento della caldaia.

Tuttavia, ciò che conta veramente è cercare di limitare al minimo gli sprechi termici: in inverno, è normale che ci si debba vestire un po’ di più, e quando si ha freddo invece di alzare il termostato ci si può mettere un maglione.

 

#41 Isolare la casa per evitare la dispersione termica

Una casa non adeguatamente isolata provoca una grande dispersione di calore. Invece di alzare il termostato, sarebbe importante isolare per bene la propria abitazione! Seguendo dei semplici accorgimenti si può isolare la propria casa, risparmiando denaro e riducendo le emissioni di carbonio nell’ambiente.

Le porte andrebbero isolate bene per evitare dispersioni di calore, con dei para-spifferi sulle porte di ingresso e anche sulle altre porte interne della casa, se necessario.

Le crepe o le fessure delle finestre sono la causa primaria della dispersione del calore delle abitazioni: anch’esse vanno quindi ben isolate. Gli spifferi si possono sigillare con mastice.

I doppi vetri sono un grande aiuto, e meritano un piccolo investimento. Chiudere i balconi, le tapparelle e le tende nelle ore notturne aiuta a trattenere all’interno della casa un po’ di calore e a ridurre la dispersione.

I serbatoi dell’acqua calda possono essere avvolti con una coperta spessa e questo semplice operazione permetterà di ridurre del 75% le dispersioni di calore.