Cicoria e Orzo Baule Volante: deliziose alternative al caffè

cicoria_orzo

Cicoria e orzo: li conosci già come bevande da gustare calde?

Le nostre deliziose proposte, istantanee o da preparare con la moka, naturalmente prive di caffeina, sono ottenute solo da ingredienti biologici:   Cicoria tostata, Orzo tostato e Cip e Ciop (una miscela di orzo, cicoria, segale e fichi), dedicate a chi desidera un’alternativa gustosa al caffè.

cicoria solubile baule volante

La cicoria (Chycorium intybus) è una pianta erbacea della famiglia delle Asteraceae. L’uomo la conosce e la utilizza da millenni, sia in cucina che in ambito medicinale. Gli Egizi, ad esempio, erano convinti che potesse avere effetti benefici sull’organismo.
Le foglie sono commestibili, ottime nell’insalata o messe in infusione per preparare una tisana. Dalle radici, invece, si ottiene una polvere che è un ottimo sostituto del caffè. Questo utilizzo “alternativo” della cicoria è conosciuto da diversi secoli: la prima fabbrica di “caffè di cicoria” è nata nel 1760 in Germania.
L’ estratto solubile di cicoria si ricava dalle radici della pianta, prima pulite poi tostate. Per preparare in casa la bevanda, basta scioglierne un cucchiaino in una tazza di acqua bollente o di latte.
La cicoria tostata e macinata per moka, invece, si può preparare per infusione o con la classica caffettiera, avendo cura di non riempire completamente il filtro.
Il risultato è un’ottima alternativa al caffè, in cui il gusto pieno e una nota di caramello bilanciano la base amarognola. Naturalmente priva di caffeina, è ideale da bere in ogni momento della giornata.

Vuoi sapere l’ultima novità? La Cicoria tostata solubile con ginseng, che quest’anno si è meritata il premio SANA Novità. Si prepara in pochi istanti, basta sciogliere un cucchiaino da tè (2/3 grammi) in una tazza (250 ml) di acqua.

Ma non dimentichiamo gli altri due protagonisti della stessa linea!

L’orzo è stato per lungo tempo considerato un surrogato “povero” del caffè, da consumare quando questo non era disponibile – per esempio in tempo di guerra. A differenza del caffè, infatti, l’orzo veniva coltivato un po’ ovunque nel nostro paese, per questo era più facilmente reperibile.
Negli ultimi anni, invece, la bevanda ottenuta dall’orzo tostato è stata decisamente rivalutata: non solo per l’ottimo sapore, ma anche perché, non contenendo caffeina, si presta ad essere consumata da tutta la famiglia.
In cucina è spesso utilizzato come ingrediente in torte, biscotti, tiramisù e altri dolci.
L’orzo solubile, in più, è pratico e veloce: basta sciogliere due o tre cucchiaini in una tazza e versare acqua bollente o latte, zuccherando a piacere.

Un suggerimento sempre valido e piacevole: Cip e Ciop è un preparato solubile a base di cereali (orzo, orzo maltizzato, cicoria, segale e fichi) che vengono tostati per ottenerne gli estratti, utilizzando solo procedimenti fisici. La varietà di ingredienti di questa bevanda le conferisce un ottimo sapore, straordinariamente aromatico: la punta amara data da cicoria e segale è un piacevole contrappunto al gusto morbido dell’orzo, e alla naturale dolcezza dei fichi secchi.