Viaggi in auto e piante che purificano l’aria

piante-che-purificano

Condividere i viaggi in auto e tenere in casa delle piante che purifichino l’aria sono i punti 31 e 32 della lista preziosa di piccoli gesti che i ragazzi delle Scuole Steiner Waldorf hanno elaborato per suggerire nel loro modo sincero e coraggioso i modi in cui ognuno di noi può contribuire a migliorare questo mondo.

Leggiamoli insieme!

 

Condividere i viaggi in auto

Se due o più persone devono andare in macchina nello stesso luogo, invece di andare ognuno con il proprio mezzo, possono decidere di condividere l’auto, dividendo le spese.

In questo modo non c’è solo un beneficio per il portafoglio ma si riduce anche l’inquinamento e il tempo necessario per trovare parcheggio.

Con l’avvento di internet e la diffusione degli smartphone è sempre più facile trovare un passaggio anche da persone che non si conoscono: basta iscriversi a Blablacar, o altri servizi simili, e cercare qualcuno con cui condividere il viaggio.

In molte città ci sono anche dei parcheggi dedicati al “car pooling” in modo da incentivare la mobilità condivisa e i mezzi carichi dove viaggino più persone.

Questo metodo può servire anche per conoscere gente nuova perché, rimanendo nella stessa auto per ore, si possono fare nuove amicizie.

Anche quando ci si mette d’accordo tra amici, parenti o vicini di casa per portare i bambini a scuola è una forma di car pooling, oppure quando si condivide il tragitto con un collega di lavoro.

 

Tenere in casa delle piante che purifichino l’aria

Troppo spesso le nostre attenzioni sulla qualità dell’aria sono rivolte esclusivamente a quella che respiriamo quando usciamo da casa, dimenticandoci di fatto che buona parte della nostra vita si svolge all’interno delle mura domestiche.

Molte case sono costruite con materiali sintetici che rilasciano gradualmente nell’aria diverse sostanze irritanti nocive alla salute.

Studi condotti dal CNR (Consiglio Nazionale delle Ricerche) hanno dimostrato che alcune piante come la dracena (Dracaena), il filodendro (Monstera e Phylodendron), lo spatifillo (Spatiphyllum) e la gerbera (Gerbera jamesonii) purificano l’aria delle abitazioni assorbendo fino all’80% delle sostanze inquinanti presenti nell’ambiente.

Altre piante che hanno dimostrato una certa efficacia nel purificare l’aria sono Syngonium, Ficus benjamina, Hedera, Epipremnum aureum, Schefflera, Chlorophytum, Aloe, Peperomia, Tradescantia, Sansevieria, Aglaonema, Areca.

Test effettuati dalla NASA hanno messo in rilievo come bastino una quindicina delle piante sopra elencate per purificare l’aria in un appartamento di 150 metri quadri.

Mi sembra che il minimo che possiamo fare, per ricambiare il favore che queste piante ci fanno, sia quello di prenderci cura di loro facendole crescere sane, rigogliose e robuste.