Olio di semi di lino, delicato, preziosissimo

Cos’è l’olio di semi di lino? Come si utilizza in cucina? Come si conserva per bene perché mantenga inalterate le sue proprietà?

Parliamone un po’.

Il lino [Linum usitatissimum] è una pianta erbacea che cresce spontaneamente in natura, ma che può anche essere coltivata, così come avevano imparato a fare gli Egizi e i Fenici per ricavarne preziose fibre tessili.

Oggi i semi di lino sono coltivati prevalentemente in Canada, Argentina, India e Stati Uniti, seguendo il metodo biologico, e se ne ricava un olio prezioso, che ha le sue ottime ragioni per essere utilizzato in cucina.

 

olio semi lino

La produzione dell’Olio di semi di lino da frigo Baule Volante avviene esclusivamente attraverso procedimenti meccanici.

Il nostro produttore ha messo a punto un particolare sistema che permette di mantenere monitorata la temperatura durante il processo di lavorazione, limitando le reazioni di ossidazione che naturalmente avvengono e preservando al meglio il contenuto di acidi grassi insaturi.

L’olio di semi di lino estratto a freddo è tra gli alimenti più ricchi in natura di acidi grassi polinsaturi, in particolare di acido alfa-linolenico [Omega 3] e acido linoleico [Omega 6], a cui talvolta ci si riferisce con il nome Vitamina F.

Questi acidi grassi essenziali vanno necessariamente assunti con l’alimentazione, in quanto il nostro organismo non è in grado di produrli.

Una dieta varia ed equilibrata dovrebbe fornire quantità adeguate, ma al giorno d’oggi non sempre è facile mantenere stili alimentari corretti.

Il consumo medio di pesce, noci, legumi, oli crudi di girasole e mais è di frequente insufficiente a garantire un apporto fisiologicamente corretto di questi nutrienti di particolare importanza.

Insieme alla Società Scientifica di Nutrizione Vegetariana, che ha fornito la sua fondamentale competenza, Baule Volante ha sviluppato un prodotto che combina l’ottima qualità delle materie prime al gusto e all’utilità, con l’obiettivo di offrire una valida fonte di grassi insaturi.

 

La conservazione dell’olio

L’olio di semi di lino, in particolare per l’alta percentuale di acidi grassi insaturi, è molto sensibile al calore e alla luce; infatti già a temperatura ambiente potrebbe ossidarsi e quindi perdere molte delle sue proprietà.

Per questo motivo il confezionamento in bottiglie scure [per ridurre l’esposizione ai raggi UVA] e di capacità contenuta [100 ml e 250 ml], e una corretta conservazione in frigorifero garantiscono la sua integrità.

A questo proposito, Baule Volante si impegna a mantenere attiva la catena del freddo lungo tutta la filiera, dalla produzione fino alla consegna in negozio.

Naturalmente anche nel punto vendita l’olio di semi di lino dev’essere conservato in frigorifero, a una temperatura tra 0 e 4°C.

 

Suggerimenti per il consumo?

Per beneficiare al meglio delle sue proprietà, consigliamo di consumare l’olio di semi di lino da frigo a crudo.

Qui poi c’è un gustosissimo esempio che può dare ispirazione alle tue ricette!