Pasta madre fresca, per un pane naturalmente buono

pasta madre pane

Cos’è la pasta madre?

Non è altro che un semplice impasto di farina e acqua, nel quale si sono innescati i processi fermentativi classici della lievitazione, grazie all’azione di diversi microorganismi presenti nella farina stessa e nell’ambiente circostante. Questi microorganismi sono lieviti e batteri, i quali, vivendo all’interno dell’impasto, si nutrono degli zuccheri presenti trasformandoli prevalentemente in gas (anidride carbonica).

È un  lievito, quindi, ma, rispetto a quello di birra fresco o secco che sia], è naturale, rende i prodotti da forno più soffici, profumati e digeribili.

La fermentazione lenta dona al pane un caratteristico aroma e una più lunga durata [fino a una settimana]. È perfetta se applicata a farine integrali, perché rende inattivo l’acido fitico – contenuto nella crusca – che ostacola l’assorbimento di calcio e ferro da parte dell’organismo.

Quella con la pasta madre è una lievitazione apparentemente più complessa, perché richiede più tempo e maggiori attenzioni, ma rende straordinari gli impasti di pane, pizze, focacce e dolci.

 

La Pasta madre fresca Baule Volante

 

Pasta-Madre-Fresca

 

La nostra Pasta madre fresca, pensata per chi vuole preparare in casa il pane, la pizza o un dolce con il lievito madre ma non sa dove trovarlo o non ha la possibilità di prendersene cura, assicurandogli il regolare “rinfresco”, è un prodotto molto comodo, già pronto per l’utilizzo, da conservare in frigorifero.

 

Creata con semola di grano duro Senatore Cappelli e acqua, a cui viene aggiunto un pizzico di sale, la Pasta madre fresca costituisce la dose ideale per 700 grammi di farina [quantità per ottenere circa 1 chilo di pane o due teglie di pizza delle dimensioni di 30 x 30 cm].

Inoltre è un ottimo starter per produrre da soli il proprio lievito madre.

 

Vuoi preparare l’impasto base? Ecco le indicazioni necessarie, che trovi anche sull’etichetta del prodotto:

 

Ingredienti

  • 700g di farina (grano duro, grano tenero, farro…)
  • 500 ml di Pasta madre fresca
  • 100 ml di acqua
  • un cucchiaino di sale integrale

Preparazione

Metti la pasta madre fresca in un pentolino, aggiungi 100 ml di acqua e riscalda fino a 30°C [non nel microonde]. In una ciotola metti la farina e il sale ben disperso e unisci la Pasta madre fresca, cominciando a lavorare l’impasto con le mani: una volta raggiunta una consistenza liscia e omogenea, fai riposare l’impasto nella ciotola per un’ora.

Dopo questo tempo, lavora di nuovo e brevemente la pasta. Fai lievitare in un luogo caldo [per esempio nel forno preriscaldato a 30°C]  per 2-3 ore, fino al raddoppio del volume.

Il pane può essere arricchito con altri ingredienti per dargli un sapore e una consistenza ancora più speciali. Per esempio puoi aggiungere un cucchiaio di malto o di miele, che favoriscono la lievitazione e rendono la crosta più croccante. Oppure puoi aggiungere semi oleosi, frutta secca, erbe aromatiche o verdure, secondo il gusto e… la fantasia!

Vuoi utilizzare la Pasta madre fresca come starter per preparare il lievito madre?

Prendi 100 ml di Pasta madre fresca e scaldala in un pentolino a 30° centigradi. Impastala con circa 100 g di farina fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio.

Lasciala lievitare in una ciotola coperta da un panno umido o pellicola (che bucherai un po’ per lasciar respirare) per 2 o 3 ore.

Così avrai ottenuto la tua pasta madre, che potrai utilizzare subito oppure conservare in frigo in un barattolo, rinfrescandola come di consueto.