Usare lampadine a LED e mezzi a mobilità elettrica

led e mezzi-elettrici

Usare lampadine a LED e mezzi a mobilità elettrica: siamo al 45° e 46° piccolo gesto quotidiano dei #50piccoligesti per migliorare il mondo.

 

Usare lampadine a LED

La tradizionale lampadina a filamento emette luce tramite un filo metallico di tungsteno che, al passaggio della corrente elettrica, diventa incandescente e luminoso.

Solo il 5% dell’energia che la alimenta viene convertita in luce, mentre il rimanente 95% viene diffuso in forma di calore.

Anche le lampade alogene sfruttano lo stesso principio ma, a differenza delle prime, all’interno del bulbo c’è un gas che consente al filamento di raggiungere temperature più elevate e quindi una maggiore luminosità, a parità di energia elettrica consumata.

Nelle lampade a LED, il consumo è ancora minore poiché il 50% dell’energia che le alimenta viene convertita in luce, con una minore dispersione di energia. Il LED è un tipo di lampadina che si accende al minimo passaggio di corrente, si illumina istantaneamente ed emette luce senza infrarossi e ultravioletti. Il LED ha un consumo dieci volte minore, e una durata circa cinquanta volte maggiore rispetto alle lampadine tradizionali.

Il costo delle lampadine a LED è maggiore, ma in realtà questi soldi sono ben spesi perché diminuendo i consumi, il costo della lampadina verrà ripagato in pochi mesi!

I LED emettono una luce chiara e piacevole per l’occhio umano, e siccome raramente la temperatura media di un LED è superiore ai 50°C, queste lampadine possono essere installate anche su legno, plastica e tutti quei materiali che solitamente si sciolgono o bruciano a contatto con un calore eccessivo.

 

Usare mezzi a mobilità elettrica

La maggior parte dei mezzi attualmente in circolazione ha un motore a scoppio che permette la locomozione bruciando carburanti fossili: gas, benzina, petrolio.

Questa combustione produce gas di scarico dannosi per l’uomo e l’ambiente.

Negli ultimi anni, tutte le maggiori case automobilistiche stanno commercializzando anche delle auto elettriche con buone prestazioni che funzionano senza inquinare l’ambiente.

La Tesla Motors, un’azienda californiana, ha prodotto un’auto elettrica con ottime prestazioni e una elevata autonomia (350 km).

Quest’auto è silenziosissima e la Tesla ha stazioni di rifornimento gratuito in tutto il mondo.

Attualmente quest’auto ha costi molto elevati, ma prossimamente la tesla metterà sul mercato un nuovo modello più economico.

Ma se la corrente per ricaricare l’auto viene prodotta da una centrale elettrica a combustione fossile, dove sta il vantaggio? Beh, l’efficienza di un’auto elettrica è del 100%, mentre quella di una macchina a combustione è appena del 30%, permettendo comunque un considerevole abbattimento delle emissioni di biossido di carbonio nell’atmosfera.

Per finire, una macchina elettrica non usa nemmeno l’olio del motore, che invece in un’auto a combustione deve essere cambiato ogni 20.000 km, con ingenti costi di produzione e di smaltimento.

Siamo alle soglie di una “rivoluzione verde”, una quarta rivoluzione industriale che cambierà completamente il modo di vivere di tutti noi.